V Video

R Recensione

9/10

True Romance, Una Vita Al Massimo regia di Tony Scott

Drammatico
recensione di Gianmatteo Luchi

Un venditore di fumetti s'innamora di una prostituta. Le uccide il protettore e la sposa. Poi scappano con una valigia piena di cocaina. Ma i boss della mafia rivogliono il maltolto. I poliziotti vogliono i due in fuga. 

La visione di questo film mi ha innanzitutto fatto scoprire una cosa che ignoravo: due dei film più famosi del genere pulp e considerati le punte di diamante del loro regista fanno parte di una trilogia, la cosiddetta trilogia Pulp: parlo di Le iene e Pulp fiction. Il terzo film è proprio True Romance (Il cui incredibilmente brutto titolo italiano, almeno a confronto di quello inglese, mi ha forse tenuto lontano da questo film), diretto però da Tony Scott, il fratello di Ridley, dove Tarantino ha scritto solo la sceneggiatura, e si vede.

Si vede perché la struttura del racconto di True Romance è molto più classica delle peripezie temporali che caratterizzano gli altri due film, e qui vediamo lo zampino del regista di cui ho visto film più recenti dove la struttura non è mai sperimentale, mentre nei dialoghi è chiara l’impronta del vecchio Quentin (quello tra Walken e il padre di Clarence è a dir poco geniale). La storia è quella di una fuga d’amore, tanta, ma tanta, cocaina, e di conseguenza tanti soldi, tante sparatorie e violenza (alcune scene sono veramente hardcore, e questo spiega i tagli che il film ha subito in europa e la scarsa distribuzione qui da noi) fino ad un mieloso ma, grazie Quentin, non banale finale.

Ed è un film bellissimo, benissimo interpretato da un cast spettacolare , con un ritmo e una regia impeccabile (la scena in cui Alabama uccide lo scagnozzo dei siciliani..), è estremamente divertente e riesce ad essere anche, perdonatemi il termine, profondo in certi momenti (Elvis e il padre di Clarence..). Il fatto di aver scoperto che sia il secondo capitolo di una trilogia non è che mi abbia cambiato la vita, ma getta luce sulla cecità del nostro sistema distributivo, a tutti i livelli. Il film è del 1993 e ad oggi non esiste un’edizione completa in DVD italiana. Mah...

V Voti

Voto degli utenti: 7/10 in media su 1 voto.
10
9
8
7
6
5
4
3
2
1

C Commenti

Non c'è ancora nessun commento. Scrivi tu il primo!
Effettua l'accesso o registrati per commentare.